Con la vittoria della quinta prova del Campionato Italiano MX1 che si è svolta sul tracciato di Cavallara, Alessandro Lupino (Team Honda RedMoto) si riprende la TABELLA ROSSA di Leader del Campionato ed ora comanda la classifica assoluta con 58 punti di vantaggio su David Philippaerts (Team DP 19 – Yamaha) che, dopo il 5° posto della prima manche, si deve ritirare nella seconda per la rottura della sua Yamaha. Nella SUPERCAMPIONE la sfortuna ribalta le cose. Lupino cade al via e prende una grossa botta alle costole, rimonta in moto ma dopo qualche giro prende la via dei box e si ritira. Ne approfitta quindi Philippaerts per recuperare qualche punto sul pilota delle FIAMME ORO, ma il vantaggio di circa 200 punti che aveva prima di questa prova se ne è andato ed ora, con due sole gare ancora da disputare, è vietato fare errori. Alessandro Righi (Megan Racing KTM) vince meritatamente la seconda manche ed è terzo nella finale e per soli 30 punti non vince l’assoluta. Con 377 punti, terzo gradino del podio viene preso da Stefano Pezzuto (Italian Style KTM) che riesce a precedere un coriaceo Cristian Beggi (SD Action Yamaha) che a dispetto dell’età, riesce a precedere tanti giovani. Simon Mallet (Team MB Honda) si piazza quinto davanti a Jernej Irt (C.D.P. Cortenuova Yamaha) che è sesto ed a Giovanni Bertuccelli (Team Pardi Racing Honda) settimo. Di Philippaerts, che è ottavo, abbiamo già detto in precedenza mentre Pier Filippo Bertuzzo (Honda Martin Tecnology) spreca un paio di occasioni che avrebbero potuto portargli parecchi punti. Infatti, in gara uno da secondo finisce ottavo mentre in gara due è ancora secondo al primo gior ma poi scivola e chiude settimo. Marco Maddii (Maddii Academy Husqvarna) chiude il gruppo dei primi dieci. Nicola Recchia (Scoccia Racing Kawasaki) è terzo in Campionato, ma qui a Cavallara non ha potuto prendere punti perché al via di gara uno viene coinvolto in una caduta che lo ha costretto a visite approfondite all’ospedale di Ancona. Subito tanta paura ma i medici hanno detto che è tutto a posto e dopo una notte di osservazione, Nicola potrà riprendere la via di casa.

Alessandro Lupino #77 “Sono abbastanza soddisfatto del risultato ottenuto. La pista era in perfette condizioni e fin dal sabato mi sono trovato a mio agio. Gara uno sono riuscito a vincerla ma poi in gara due ho avuto un problema al freno posteriore e ho fatto fatica perché dovevo usare tanto freno motore e qui a Cavallara, con questi saliscendi, non è facile. Sono dispiaciuto poi per come è andata la Supercampione perché sono caduto appena dopo il via e, nella sfortuna, devo invece dire di essere stato fortunato perché non mi sono fatto molto male. Ora guardo alla prossima prova del Mondiale in Repubblica Ceca dove vorrei fare bene”.

 

About The Author

Leave a Reply

Your email address will not be published.